Categorie
BISOGNO D'AIUTO?

INFO GRAFICHE

Indicazioni per l’artwork e la personalizzazione degli oggetti

Nel settore promozionale, quando si definisce la personalizzazione del gadget, può capitare di relazionarsi sia con grafici professionisti che con clienti mediamente esperti di grafica, molto più spesso però capita di parlare con clienti che non hanno alcuna conoscenza di base.

Il mondo delle tecniche di stampa è piuttosto vasto ed articolato. Ci sono casi in cui è preferibile lavorare in vettoriale e altri in cui è preferibile lavorare in raster. Ci capita spesso di ricevere domande su come inviare i file, chiarimenti sulla differenza tra file vettoriali e raster o semplicemente ci viene richiesto un supporto grafico per ottimizzare tempi e processi di stampa. Di seguito andremo ad analizzare e a spiegare brevemente i punti principali da ricordare per il corretto invio dei file grafici o la definizione del progetto grafico adeguato alla stampa.

 

Cosa serve per iniziare un progetto di personalizzazione?

Per iniziare il progetto, occorre il logo in formato .eps o .pdf (vettoriale) oppure .tif o .jpg (300 dpi). A breve le vedremo nel dettaglio.

Se non si dispone della grafica, elaboriamo su richiesta, bozze personalizzate. Grazie al nostro studio grafico interno, supportiamo il cliente nella realizzazione di progetti grafici complessi e nello studio dell’immagine coordinata del brand o di un evento, con la relativa applicazione su tutta la gamma di prodotti che andranno personalizzati. Su tanti prodotti offriamo gratuitamente il nostro servizio di grafica professionale.

 

Grafica vettoriale

Il vantaggio più importante dell'utilizzo di grafica vettoriale è che i file possono essere ingranditi all'infinito senza perdere di qualità, inoltre permette modifiche o separazioni di colore. Un file vettoriale può essere fornito nei seguenti formati di file: EPS, AI o PDF (generato da un software di grafica professionale).

Qualsiasi altro tipo di file fornito (come JPG, PSD o BMP) non viene mai vettorializzato. Si tratta di file elaborati in pixel (vedi sotto grafica raster).

Ricorda che un Jpeg su word, poi convertito in PDF non è un pdf vettoriale!

 

Testo in tracciato

Quando un testo non è convertito in tracciato o il tipo di carattere utilizzato non è disponibile presso le stampanti, il testo viene sostituito con conseguenti errori di visualizzazione, sovrapposizione di testi o sostituzione del testo con simboli, a causa del carattere mancante.
Questo problema può essere risolto creando un contorno al testo che lo converte in tracciato.

In questa fase bisogna porre molta attenzione alla revisione testuale in quanto i possibili errori di battitura potranno essere corretti solamente da chi ha creato il file e possiede il carattere utilizzato.

 

Grafica raster

I formati di grafica raster sono complementari alla grafica vettoriale, che è la rappresentazione delle immagini come una matrice di pixel, in quanto viene generalmente utilizzato per la rappresentazione di immagini fotografiche.

Ogni volta che non è possibile fornire una grafica vettoriale, è possibile utilizzare un file raster ad alta risoluzione. Questo file può essere JPG, BMP, TIF o EPS. Il file deve avere una definizione di almeno 300 DPI (dots per inch), altrimenti la bassa qualità può compromettere la resa finale della personalizzazione, soprattutto quando il logo o il testo devono essere aumentati di dimensione rispetto all’originale.

Un file che non appare nitido sullo schermo, non sarà certamente adeguato per la stampa. Un file del genere può quindi essere stampato solo sulla dimensione fornita o su una dimensione inferiore. Ad esempio un file di 300 DPI di 4x1 cm può essere stampato correttamente su un piccolo oggetto come una penna o una pendrive, ma quando lo stesso file deve essere stampato a 20 cm di larghezza su una shopper o un ombrello, il file a 300 DPI sarà solo di 45 DPI. (4/20 cm = 0,20 x 300 DPI = 60 DPI).

 

Grafica su fornitura di testo o brief di progetto

Se la personalizzazione che si desidera realizzare include testi non ancora definiti o il testo deve essere inventato per la stampa può esserci fornita una breve descrizione o un brief del progetto tramite un file Word o PDF oppure il testo può essere inserito nel corpo dell’e-mail.

In tal caso sarà importate ricevere indicazioni in merito ai colori desiderati per la personalizzazione o riferimento ai codici pantone corretti dell’immagine aziendale. Stesso discorso su eventuali font desiderati o necessari per rispettare per la personalizzazione. I colori della personalizzazione che verrà realizzata e inviata al cliente per visualizzazione a monitor, non avrà una corrispondenza del 100%. Il risultato finale di stampa potrebbe quindi differire dalla prova PDF. Questo dipende dall’oggetto da stampare e dalla tecnica di stampa che verrà utilizzata.